Estratto di un minuto del doppiaggio in dialetto parmigiano, realizzato nell'estate del 1996, tratto dal film "Ombre rosse" (1939) di John Ford. La voce di Ringo (John Wayne) è di Enrico Maletti


Con la qualità non si scherza. Parola di Enrico Maletti

PARMAINDIALETTO Tv


Tgnèmmos vìsst
Al salùt pramzàn äd parmaindialetto.blogspot.com

“Parmaindialetto” è nato il 31 luglio del 2004. Quest’anno compie 13 anni

“Parmaindialetto” l’é nasù al 31 lùjj dal 2004. St’an’ al compìssa 13 an’

Per comunicare con "Parmaindialetto" e-mail parmaindialetto@gmail.com

L’ UNICA SEDE DI “Parmaindialetto” SI TROVA A PARMA “PÄRMA”.







sabato 5 gennaio 2013

L’Angiolén dal Dom, torna a vegliare sui parmigiani. Sotto pubblichiamo la poesia in dialetto parmigiano “L’Angjolén dal Dom” scritta da Alfredo Zerbini.



(Testo blu in italiano)
Erano le ore 2,29 del 22 ottobre del 2009, quando un fulmine scaricava la sua forza sulla statua dell’Arcangelo Raffaele sulla punta del campanile del Duomo di Parma. Questa mattina alla distanza di oltre tre anni l’Angiolén dal Dóm, che veglia sui parmigiani è tornato al suo posto. La Fabbriceria del Duomo aveva annunciato nei giorni scorsi che la statua sarebbe tornata al suo posto il giorno di Sant Ilario patrono di Parma,  con una settimana di anticipo l’Arcangelo Raffaele da oggi veglierà sui parmigiani. La statua è una copia dell’originale che è esposta nel Museo Diocesano.
Sotto pubblichiamo la poesia  in dialetto parmigiano “L’Angjolén dal Dom”  scritta da Alfredo Zerbini.
(Testo giallo dialetto parmigiano)
L’Angiolén dal Dom, al torna a veliär sui pramzàn.
A  2,29 dal 22 otòbbor  dal 2009,  ‘na sajètta  la scargäva  la so forsa su la statua äd l’Arcangiol Rafaél  insìmma ala ponta dal campanil dal Dóm äd Pärma. Stà matén’na  ala distànsa  äd pu  äd  tri an’ l’Angiolén dal  Dóm, ch’ al protégia i pramzàn,  l’é tornè  al so post. La Fabricerja dal Dóm  l’ äva fat savér  in-t-i  gior’n indrè che la statua la sarìss tornäda al so post al gioron  äd Sant Iläri protetór  äd Pärma,  ‘na  stmana  prìmma l’Arcangiol Rafaél,  da incó, al tornarà a fär  da protetor sui  pramzàn. La statua l’é ‘na copia äd l’originäla ch’ l’ é déntor  al Muzeo Diocezàn.
(Tgnèmmos vìsst)
E.M.

“L’Angiol dal Dom “
.

L’angiol tra ’d lu al pensäva seri seri:–

Con tutt stj areoplàn, chì su ghe scota!

Quand i m’én söra a trèmma al Batisteri,

la Torra, al Dom, San Zvan e la Pilota...



Ah! Povra la me Pärma! Con stil gueri

an t’n’è pu ben gnan ti, né ’d dì né ’d nota!

Quant’ crözi novi at gh’è int al simiteri!

Quant bej gionvot a t’à robè sta lota!



Mi an son che ’n angiol ’d ram e sensa cor,

epur a pregh, a fagh tutt coll ch’as pöl

par tgnir lontàn da ti tutt i dolor!



Mo l’òm, ch’l’è ’n angiol viv, s’al spicca al völ,

inveci ad färes bel davanti al Sgnör,

s’al gh’la caviss, al te bombärda al söl! –



Da: Alfredo Zerbini, “Tutte le poesie”, Parma, Battei, 1982 (edizione dell’opera omnia, con introduzione di Gino Marchi e prefazione di Italo Petrolini; disegni originali di Piero Furlotti, Silvano Manfredi, Latino Barilli).

Nessun commento: