Estratto di un minuto del doppiaggio in dialetto parmigiano, realizzato nell'estate del 1996, tratto dal film "Ombre rosse" (1939) di John Ford. La voce di Ringo (John Wayne) è di Enrico Maletti


Con la qualità non si scherza. Parola di Enrico Maletti

PARMAINDIALETTO Tv


Tgnèmmos vìsst
Al salùt pramzàn äd parmaindialetto.blogspot.com

“Parmaindialetto” è nato il 31 luglio del 2004. Quest’anno compie 14 anni

“Parmaindialetto” l’é nasù al 31 lùjj dal 2004. St’an’ al compìssa 14 an’

Per comunicare con "Parmaindialetto" e-mail parmaindialetto@gmail.com

L’ UNICA SEDE DI “Parmaindialetto” SI TROVA A PARMA “PÄRMA”.







mercoledì 31 gennaio 2018

31 Gennaio 2018. San Giovanni Bosco. Il Sacerdote che ha "INVENTATO" gli Oratori.

 L'Istituto di Parma fu inaugurato nel novembre 1888 con l'apertura della parrocchia 
San Benedetto e dell'Oratorio. Le attività scolastiche iniziarono il 12 ottobre 1889, con la scuola elementare e il ginnasio. Oggi pomeriggio alle 17,30 Santa Messa per tutti gli allievi ed ex in Duomo a Parma celebrata dal Vescovo di Parma Monsignor Enrico Solmi...Tgnèmmos vìsst...Un ex allievo "Con i Cavì Bjanch"


martedì 30 gennaio 2018

Rotary Club Parma Farnese ha aggiunto una nuova foto. Grazie ancora a tutti ! Enrico MalettiPolisportiva Gioco Parma. APERITOMBOLA DI S. ILARIO.

Grazie ancora a tutti ! Enrico MalettiPolisportiva Gioco Parma

RISPOLVERIAMO I VECCHI MODI DI DIRE IN DIALETTO PARMIGIANO. SAPETE COSA VUOL DIRE. “EH, LA FÓRCA 'D BRÉTTA” ???

...Espressione popolare “EH, LA FORCA DI BERRETTA”. Usata per esprimere meraviglia unita a disgusto. Altrettanto comune è il modo di dire “FÄRON PU CHE BRÉTTA”, (FARNE PIU DI BERRETTA) a significare compiere ogni sorta di malefatte. Si allude al feroce GIUSEPPE BERRETTA detto “ZONI”, brigante e assassino, domiciliato a Carzeto di Soragna: sulla sua testa fu posta, nel 1804, una taglia in duemila lire in moneta di Parma. Fu impiccato lo stesso anno in piazza della ghiaia a Parma. FONTE "MODI DI DIRE IN DIALETTO PARMIGIANO" DEL PROFESSOR GUGLIELMO CAPACCHI 1968 (Silva Editore) Il libro è stato omaggiato dalla Gazzetta di Parma come strenna di Natale nel 1968. 



Tgnèmmos vìsst

Cosa vuol dire PRAMZÀN DAL SAS ?



Nel muro del palazzo del Governatore, in prossimità dell'angolo tra Piazza Grande (oggi Garibaldi) e strada Santa Lucia (oggi via Cavour), è incastonato “Il Mattone di Parma”, o “Sasso” (Cuadrél) in dialetto Parmigiano antica unità di misura dei costruttori Parmensi. Probabilmente l'origine del modo di dire va ricercata in questo “Sasso”. Il fatto che un modo di dire analogo esista in altre città emiliane, si spiega sempre con questo "Sasso" o (Cuadrél), così ad esempio a Modena "Mudnéz dal Sas), dove esso è ancora visibile nell'abside del Duomo. 




Tgnèmmos vìsst

domenica 28 gennaio 2018

Da l'archivio di parmaindialetto.

SANDRO PIOVANI, ENRICO MALETTI, ALBERTO MICHELOTTI DAVANTI ALLO STADIO TARDINI DURANTE UNA PAUSA DELLA TRASMISSIONE TV "Socuànt minùd in djalètt Pramzàn"



Tgnèmmos vìsst

venerdì 26 gennaio 2018

PER GLI AMANTI DEL DIALETTO PARMIGIANO.


SABATO 27 GENNAIO ORE 21,10 TV PARMA TRASMETTERA' “ La Congiura di Fevdatäri”. STORIA DI PARMA DEL 1612 IN DIALETTO PARMIGIANO.

"La Congiura di Fevdatäri”: Questo capolavoro in dialetto parmigiano è stato scritto dal poeta Alfredo Zerbini nel 1947. L'argomento è la congiura del 1611/1612 ordita dai feudatari parmensi contro Ranuccio 1° Farnese quarto Duca di Parma. La congiura fu capeggiata da Barbara Sanseverino Sanvitale, contessa di 
Sala e marchesa di Colorno. Gli interpreti della lettura sono gli attori dialettali Enrico Maletti, Pietro Vitali e Cristina Cabassa . I 4 sonetti: I Fevdatäri, La Congiura, Al procés, La Grand Giustìssia, sono preceduti dalla presentazione in italiano di Cristina Cabassa, la regia è di Enrico Maletti. Il pubblico parmigiano abituato a vedere commedie brillanti con intrecci comici e amorosi, si accorgerà con questa lettura di storia di Parma che non ha nulla di comico, che il dialetto parmigiano è una lingua seria e completa.

Tgnèmmos vìsst

Enrico Maletti e Cristina Cabassa tornano nelle residenze per anziani di Asp Ad Personam con un nuovo progetto di conoscenza del dialetto parmigiano, che nel 2018 coinvolgerà anche il liceo Sanvitale e la scuola primaria Corridoni.

(CLICCA SULLE FOTO PER INGRANDIRLE)

Nel 2017, a Villa Parma e nelle strutture di Asp in Oltretorrente, si è svolto con grande successo il programma “Pärla cme ‘t magn”, con laboratori per gruppi di anziani sul significato di parole, proverbi e modi di dire dialettali, percorso concluso con un evento musicale e poetico lo scorso dicembre dedicato al maestro Verdi, cui ha partecipato anche il famoso basso Michele Pertusi.
Il nuovo programma per l’anno da poco iniziato, porterà Maletti e Cabassa – noti esperti e divulgatori del vernacolo locale – ad organizzazione uno spettacolo. Il progetto “Tra Storia e dialetto” coinvolgendo gli anziani della residenza protetta Gulli, i ragazzi di una classe terza della Sanvitale ed i bambini di una terza della Corridoni.
L’iniziativa mira a divulgare la cultura e il mantenimento del dialetto parmigiano, ma anche a far conoscere agli studenti il lavoro assistenziale e di animazione con gli anziani e a favorire relazioni fra persone di età diverse. Sotto la guida di Maletti e Cabassa e con la partcipazione dello psicologo di Asp Domenico Sgromo, il gruppo coinvolto sarà impegnato in danze, recitazione e approfondimento di testi dialettali.
A fine marzo, lo spettacolo sarà rappresentato presso il Gulli in Oltretorrente ed Enrico Maletti potrebbe anche partecipare ad una assemblea degli studenti al liceo delle scienze umane Sanvitale.
Tgnèmmos vìsst

lunedì 22 gennaio 2018

PER GLI AMANTI DEL DIALETTO PARMIGIANO. MERCOLEDI 24 GENNAIO, ORE 16,00, "SALA PIETRO BARILLA" (Famija Pramzàna), VIALE VITTORIA PORTA S. FRANCESCO. "ANOLINI DIALETTALI"

Il piatto di Natale nella poesia Parmigiana. INTRODUZIONE DI CLAUDIO CAVAZZINI PRESIDENTE Famija Pramzàna, GIANCARLO GONIZZI, COORDINATORE MUSEI DEL CIBO, ENRICO MALETTI, LEGGE BRANI IN DIALETTO SUGLI ANOLINI DI Giovanni Casalini, Renzo Pezzani, Luigi Vicini, Dino Formentini, Alfredo Zerbini. L'Almanacco culturale gastronomico "L'Apollo Bongustaio" pubblicato a Roma dal 1961, dedica nel numero di quest'anno un approfondimento speciale alle poesie dialettali parmensi legate agli "ANOLINI". Sarà omaggiata ai presenti una copia dell'Almanacco culturale gastronomico "L'Apollo Bongustaio"
INGRESSO LIBERO



Tgnèmmos vìsst

RISPOLVERIAMO I VECCHI MODI DI DIRE IN DIALETTO PARMIGIANO. SAPETE COSA VUOL DIRE. "Galén'na vécia fa bón brod"..."Gallina vecchia fa buon brodo". MA SI USA ANCHE PER LODARE LE QUALITA' DEGLI ANZIANI. Cme as' diz in-t-al vòstor Djalètt...


Tgnèmmos vìsst

mercoledì 17 gennaio 2018

Oggi Premiazione del Concorso " Natale in Vetrina Crociata 2017 "

L'opera della classe 2B dell' I.C. di Via Montebello è stata premiata con il 3° POSTO DEL VOTO POPOLARE! Grazie a tutti quanti abbiano contribuito e votato per noi de La Bottega del Mobile Parma!
E Grazie all'Associazione I Nostri Borghi ed al suo Presidente Fabrizio Pallini pagina ufficiale, ad Ascom Parma Confcommercio Imprese per l'Italia, nonchè all'Assessore Ines Seletti, al Direttore di Ascom Parma Cristina Mazza, al Direttore del Parma Calcio 1913Luca Carra che hanno presenziato alla cerimonia di premiazione ed hanno collaborato nel realizzare un'evento che guarda alle scuole ed ai piccoli esercizi commerciali!
E infine al Professor Enrico Maletti un grazie per aver fatto risuonare con la consueta bravura il Nostro Dialetto ed aver fatto vibrare il nostro Cor Pramzan...


Tgnèmmos vìsst

Incó darsètt (17) znär giornäda nasjonäla di Djalètt e dìll léngui locäli


Tgnèmmos vìsst

martedì 16 gennaio 2018

MERCOLEDI 24 GENNAIO, ORE 16,00, "SALA PIETRO BARILLA" (Famija Pramzàna), VIALE VITTORIA PORTA S. FRANCESCO. "ANOLINI DIALETTALI" Il piatto di Natale nella poesia Parmigiana

 INTRODUZIONE DI CLAUDIO CAVAZZINI PRESIDENTE Famija Pramzàna, GIANCARLO GONIZZI, COORDINATORE MUSEI DEL CIBO, ENRICO MALETTI, LEGGE BRANI IN DIALETTO SUGLI ANOLINI DI Giovanni Casalini, Renzo Pezzani, Luigi Vicini, Dino Formentini, Alfredo Zerbini. L'Almanacco culturale gastronomico "L'Apollo Bongustaio" pubblicato a Roma dal 1961, dedica nel numero di quest'anno un approfondimento speciale alle poesie dialettali parmensi legate agli "ANOLINI". Sarà omaggiata ai presenti una copia dell'Almanacco culturale gastronomico "L'Apollo Bongustaio". INGRESSO LIBERO

(Clicca sulla locandina per ingrandirla)


Tgnèmmos vìsst

sabato 13 gennaio 2018

Aperi-Tombola di S. Ilario di Rotary Parma Farnese.

Il ricavato e stato devoluto al service del club, tra i quali l'acquisto di una carrozzina per la Polisportiva Gioco Parma Asb


Tgnèmmos vìsst

domenica 7 gennaio 2018

Prima seduta del 2018 del Club del Club del Cappuccino nella sede di Parma Lirica di via Gorizia a Parma

Grazie al presidente Valerio Marchesi per l'ospitalità. Nella foto alcuni componenti del club con il presidente Valerio Marchesi e con Patrizia Monteverdi componente di Parma Lirica. Nella foto: Gian Carlo Ceci, William Tedeschi, Mario Bussoni, Massimo Guarenghi, Renato Gaeta, Eugenio Caggiati, Patrizia Monteverdi, Maurizio Zaccardi, Valerio Marchesi, (seduti) Giorgio Capelli e Enrico Maletti


Tgnèmmos vìsst.

mercoledì 3 gennaio 2018

(SCOPA FATTA DI SANGUINELLO O ALTRI RAMI SOTTILI)


In djalètt Pramzàn la (SCOPA FATTA DI SANGUINELLO O ALTRI RAMI SOTTILI), in Italiano anche la “RAMAZZA”, si dice "SCÒVVA 'D SANGONÉLA" 
cme 's dìz in-t-al vòstor djalètt...
(Nella foto un esempio di SCÒVVA 'D SANGONÉLA)




Tgnèmmos vìsst

IL ROTARY CLUB PARMA FARNESE ORGANIZZA UNA "APERITOMBOLA" DI S. ILARIO. VENERDI 12 GENNAIO ORE 19,30



Tgnèmmos vìsst

lunedì 1 gennaio 2018

Gli auguri di Briciola di “Parmaindialetto” dopo la mezzanotte… imbarjägh märs


Tgnèmmos vìsst

AVGURI ÄD BÓN AN' A TUTT J' AMIGH

AVGURI ÄD BÓN AN' A TUTT J' AMIGH. SE IN-T-AL 2017 V' Ò FAT RABÌR V'É DMAND SCUZA... AV' PROMÈTT CHE IN-T-AL 2018 A FARÒ SICURAMÉNT "PÉS ANCÒRRA"...ah ah ah ah ah...
VIVA LA PARMIGIANITÈ E AL NÒSTOR DJALÈTT

AUGURI A TUTTI GLI AMICI. SE NEL 2017 VI HO FATTO ARRABBIARE VI CHIEDO SCUSA...PROMETTO CHE NEL 2018 FARO' SICURAMENTE "PEGGIO"
...ah ah ah ah ah...
VIVA LA PARMIGIANITÀ E IL NOSTRO DiALETTO



Tgnèmmos vìsst