Estratto di un minuto del doppiaggio in dialetto parmigiano, realizzato nell'estate del 1996, tratto dal film "Ombre rosse" (1939) di John Ford. La voce di Ringo (John Wayne) è di Enrico Maletti


Con la qualità non si scherza. Parola di Enrico Maletti

PARMAINDIALETTO Tv


Tgnèmmos vìsst
Al salùt pramzàn äd parmaindialetto.blogspot.com

“Parmaindialetto” è nato il 31 luglio del 2004. Quest’anno compie 13 anni

“Parmaindialetto” l’é nasù al 31 lùjj dal 2004. St’an’ al compìssa 13 an’

Per comunicare con "Parmaindialetto" e-mail parmaindialetto@gmail.com

L’ UNICA SEDE DI “Parmaindialetto” SI TROVA A PARMA “PÄRMA”.







mercoledì 2 gennaio 2013

Dopo le abbuffate delle feste un consiglio alla “parmigiana” con lo spettacolo “Spéta ch’a m’ mètt a djéta” domani sera alle 20,30 su TV PARMA.



(Foto di Matteo Mezzadri e Cristina Cabassa)
(Clicca sulle foto per ingrandirle)
(Testo blu in italiano)
Le feste sono finite, quest’anno a causa della crisi economica  si è cercato in tutte le famiglie di economizzare nei regali natalizi. Mentre per quanto può essere  l’alimentare, i parmigiani sono stati in linea con gli altri anni, merito anche dei nostri prodotti, in primis gli anolini cotechini zamponi e i formaggi di cui i parmigiani sono la capitale italiana dell’alimentazione.
Però si sa che per queste feste abbondando nel mangiare si è messo  su un qualche chilo di troppo.  Per questo giovedi 3 gennaio su TV Parma alle 20,30 verrà trasmesso  “Spéta ch’a m’ mètt a djéta”, uno spettacolo in puro dialetto parmigiano, registrato nell’estate del 2011, e ripetuto nelle varie piazze di Parma per intrattenere il pubblico amante del nostro vernacolo. Lo spettacolo è ricco di battute, scenette, poesie, che con fare ironico prendono in giro le diete. Gli interpreti sono, Anna Maria Dall’Argine, Mariangela Bazoni, Giorgio Capelli, Enrico Maletti, Giuseppe Mezzadri, Maurizio Landi, Claudio Cavazzini e Ermes Ghirardi. Buon divertimento a tutti i parmigiani con “Spéta ch’a m’ mètt a djéta”.

 

(Testo giallo dialetto parmigiano)
Dòpa il magnädi dìll fést  un consìlli ala “pramzàna” con al spetacol  “Spéta ch’a m’ mètt a djéta” dmàn da  sìra su TV PARMA.
Il fèsti j én fnìdi, st’an’ a cavsa  ädla crizi economica  s’ é sarchè in tutt il famjj  äd fär economìz  in-t-i regal äd Nadäl. Invéci  par cuant  a pól ésor  l’alimentär, i pramzàn j én stè  in linea con ch’ ät’r an’, mérit anca di nostor prodòtt, da  j anolén cotghén sanfón e i formàjj  vìsst che i  pramzàn j én la capitäla italjàna äd l’alimentasjón. Però  a s’  sa che par chil  fésti chì  cavsa l’abondär in-t-al magnär, a s’ é mìss  su un cuälch chilo äd tròp. 
Par còsst  giovedi  3 znär su TV Parma srà trazmìss  “Spéta ch’a m’ mètt a djéta”, un spetacol in pur djalètt pramzàn, registrè in-t-l’istè dal 2011, e ripetù  in-t-il  pjasi äd Pärma p’r intratgnìr al pubblich amant dal nostor  bél djalètt. Al spetacol  l’é fat  äd batudi, senètti, poezjj, ch’i tózon in gìr in gìr il  diéti. J ator djalrtäl ch’j àn partecipè al spetacolo j én:  Anna Maria Dall’Argine, Mariangela Bazoni, Giorgio Capelli, Enrico Maletti, Giuseppe Mezzadri, Maurizio Landi, Claudio Cavazzini e Ermes Ghirardi. Bón divertimént a tutt i pràmzàn con “Spéta ch’a m’ mètt a djéta”.
(Tgnèmmos vìsst)
E.M.
(Nelle foto, 1) Il gruppo di “Spéta ch’a m’ mètt a djéta”, 2/3/4), Enrico Maletti, Giuseppe Mezzadri, Maurizio Landi, Anna Maria Dall'Argine e Claudio Cavazzini in alcuni momenti dello spettacolo.)

 

Nessun commento: