Estratto di un minuto del doppiaggio in dialetto parmigiano, realizzato nell'estate del 1996, tratto dal film "Ombre rosse" (1939) di John Ford. La voce di Ringo (John Wayne) è di Enrico Maletti


Con la qualità non si scherza. Parola di Enrico Maletti

PARMAINDIALETTO Tv


Tgnèmmos vìsst
Al salùt pramzàn äd parmaindialetto.blogspot.com

“Parmaindialetto” è nato il 31 luglio del 2004. Quest’anno compie 13 anni

“Parmaindialetto” l’é nasù al 31 lùjj dal 2004. St’an’ al compìssa 13 an’

Per comunicare con "Parmaindialetto" e-mail parmaindialetto@gmail.com

L’ UNICA SEDE DI “Parmaindialetto” SI TROVA A PARMA “PÄRMA”.







lunedì 17 dicembre 2012

Trovato da Enrico Maletti a Caracas l'ex compagno di classe Stefano Alberici. Uno "Strajè p’ral mond". Aveva nterpretato nel 1955 la parte del figlio di “Peppone” nel film “Don Camillo e l’onorevole Peppone”.




(Testo solo in italiano)
Trovato da Enrico Maletti Stefano Alberici. Uno strajè p’ral mond. Stefano Alberici, compagno di scuola di Enrico Maletti, vive a Caracas dalla fine degli anni  60, ed ha interpretato nel 1955 la parte del figlio di “Peppone” nel film “Don Camillo e l’onorevole Peppone”.

Dopo anni di ricerca finalmente grazie a facebook, sono riuscito a trovare un mio “piccolo” ma grande amico delle scuole elementari, ora “Pramzàn strajè  p’r al mond”. Negli anni 1956/57/58/59, ho frequentato i primi quattro anni delle scuole elementari  dalle suore dell’Istituto Maria Ausiliatrice in piazzale San Benedetto a Parma, sono stato allievo della indimenticata Suor Gilda Piccioli che ora vive a Torino. E proprio li, come compagno di classe ho avuto per questi quattro anni Stefano Alberici, che nel 1955 aveva interpretato la parte del figlio di Peppone nel film “Don Camillo e l’onorevole Peppone”, per farla corta, tutti si ricordano del bambino che vende il giornale l’Unità a Don Camillo “Fernandel”, il quale paga il quotidiano con un biglietto da 5.000 lire falso.
La pellicola del film sta facendo il giro del mondo ancora oggi e dopo tanti anni di ricerca sono riuscito a mettermi in contatto con il mio amico Stefano, nato a Brescello, ma da bambino abitava con i nonni in via XX settembre al numero 31 a Parma e tutti i giorni nell’andare a scuola dalle suore passava davanti a casa mia, che allora abitavo in via Pietro del Prato, e che per quattro anni abbiamo condiviso i banchi della scuola elementare. Eravamo sempre vicini perché i due più bassi di statura della classe, tantè che Suor Gilda ci chiamava “Granini di Pepe”. Domenica 25 novembre alle ore 15, suona il telefono di casa Maletti, mia moglie Cristina risponde, e con stupore mi dice – Enrico vieni al telefono che c’è Stefano Alberici dal Venezuela- “Mi mòla tutt”,  ho preso in mano il telefono. Lui da Caracas mi dice: - Ciao vecchio amico, (veramento mi ha chiamato in un altro modo che non si può pubblicare), come stai?- Io ho risposto: sono 53 anni che ti cerco e tramite facebook sono riuscito a trovarti, dopo qualche momento di reciproca e comprensiva commozione abbiamo ripercorso  per circa un’ora e mezzo i momenti dell’infanzia.
Poi gli  ho mandato una mia foto da bambino e da adulto e anche lui mi ha mandato la famosa foto del film con il giornale e una foto di oggi. Per ora pubblico sul mio blog di parmaindialetto queste righe e Stefano ha già fissato con me un’appuntamento per i primi giorni di luglio del 2013 quando tornerà dopo tanti anni a Parma e ha espresso il desiderio di rivedere i vecchi compagni delle elementari  di quegli anni dalle suore di San Benedetto.
Enrico Maletti
(Nelle foto. 1) Stefano Alberici nella piazza di Brescello nella scena del film don Camillo e l'Onorevole Peppone <1955>. 2) Stefano Alberici oggi. 3) Enrico Maletti in una foto del periodo in cui era a scuola con Alberici. 4) Enrico Maletti oggi.)

Nessun commento: