Estratto di un minuto del doppiaggio in dialetto parmigiano, realizzato nell'estate del 1996, tratto dal film "Ombre rosse" (1939) di John Ford. La voce di Ringo (John Wayne) è di Enrico Maletti


Con la qualità non si scherza. Parola di Enrico Maletti

PARMAINDIALETTO Tv


Tgnèmmos vìsst
Al salùt pramzàn äd parmaindialetto.blogspot.com

“Parmaindialetto” è nato il 31 luglio del 2004. Quest’anno compie 13 anni

“Parmaindialetto” l’é nasù al 31 lùjj dal 2004. St’an’ al compìssa 13 an’

Per comunicare con "Parmaindialetto" e-mail parmaindialetto@gmail.com

L’ UNICA SEDE DI “Parmaindialetto” SI TROVA A PARMA “PÄRMA”.







martedì 11 dicembre 2012

Se ne è andato Luciano Carubbi, "Al campanär ‘d l’Oratòri di Ròss" . Sagrestano dell' Oratorio dei Rossi per 40 anni.

 
Al campanär ‘d l’Oratòri di Ròss.
(Testo blu in italiano)
Una volta suonare le campane in una chiesa era mansione del  “campanär”. Anche se Luciano Carubbi le campane all’Oratorio dei Rossi le ha suonate poche volte, per i vecchi abitanti della zona di via Garibaldi, Luciano era conosciuto come al campanär ‘d l’Oratòri di Ròss. Per ben 40 anni Luciano è stato al servizio dei frati Carmelitani in quella chiesa e fra quella gente che lui amava e rispettava, sempre pronto e al servizio dei fedele. Ciao  Luciano ti ricorderemo per sempre. Se ne è andato all’età di 66 anni a causa di una breve malattia. Qua sotto l’articolo della Gazzetta di Parma di oggi di Luca Molinari.
 (Testo giallo dialetto parmigiano)
Al campanär ‘d l’Oratòri di Ròss.
‘Na volta sonär il campani in-t-na  chéza l’éra compìt  dal  “campanär”. Anca se Luciano Carubbi il campani a l’Oratòri di Ròss  al j à  sonädi pochi volti, p’r i véc’ abitant ädla zona ädi via Garibäldi, Luciano l’éra consù cme al campanär ‘d l’Oratòri di Ròss. Par bén 40 an’ Luciano l’é stè al sarvìssi di frè Carmelitan in cla céza e fra cla génta  che lu l’amäva e rispetäva, sémpor  pront  e al sarvìssi  di fedél. Ciao  Luciano t’ arcordarèmma par sémpor. Al s’n’é  andè a l’etè  ‘d 66 an’ par ‘na  bréva malatia . Chi  sòtto l’articol ädla Gazètta äd Pärma d’incó äd Luca Molinari.
(Tgnèmmos vìsst)
E.M.
(CLICCA SU L'ARTICOLO PER INGRANDIRE)
 

1 commento:

Maria Luisa Tozzi ha detto...

Caro e umile Luciano, ti ricorderemo sempre. Non è la supponenza che lascia regali al cuore, ma la semplicità, perché lo riconosce subito il cuore. Ero via e ho saputo ora della tua partenza. Ciao e grazie.
Mluisa