Estratto di un minuto del doppiaggio in dialetto parmigiano, realizzato nell'estate del 1996, tratto dal film "Ombre rosse" (1939) di John Ford. La voce di Ringo (John Wayne) è di Enrico Maletti


Con la qualità non si scherza. Parola di Enrico Maletti

PARMAINDIALETTO Tv


Tgnèmmos vìsst
Al salùt pramzàn äd parmaindialetto.blogspot.com

“Parmaindialetto” è nato il 31 luglio del 2004. Quest’anno compie 13 anni

“Parmaindialetto” l’é nasù al 31 lùjj dal 2004. St’an’ al compìssa 13 an’

Per comunicare con "Parmaindialetto" e-mail parmaindialetto@gmail.com

L’ UNICA SEDE DI “Parmaindialetto” SI TROVA A PARMA “PÄRMA”.







domenica 21 settembre 2008

A Parma Mostra del Correggio dal 20 settembre 2008 al 25 gennaio 2009


(Testo in Italiano)
“Correggio” aperto al pubblico

Si è svolta nel cortile del Guazzatoio la presentazione della grande mostra dedicata al correggio
Presenti all’inaugurazione il Ministro per i Beni Culturali Sandro Bondi. Il Sindaco di Parma Pietro Vignali, il Presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli, il presidente della Fondazione Cariparma Carlo Gabbi. Il Ministro Bondi si è complimentato con le personalità Parmigiane e ha elogiato le manifestazioni culturali che la nostra città stà mettendo in campo, confermando l’impegno del Governo a favore di queste iniziative. Il Ministro ha auspicato che anche il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi venga a Parma per visitare la mostra. Il sindaco Vignali ha definito il Correggio come uno dei geni del Rinascimento.
Ospite eccezionale è stato Vittorio Sgarbi, che ha dichiarato ai giornalisti che nella mostra è esposto un falso, ma senza dire quale possa essere, probabilmente un’opera esposta in Galleria Nazionale?
Dopo la presentazione le autorità hanno fatto il giro delle quattro sedi dove sono esposti i capolavori dell’Artista che risponde al nome di Antonio Allegri detto il Correggio, nato a Correggio Emilia, da Pellegrino e Bernardina Piazzoli degli Ormani, nella seconda metà del quattrocento presumibilmente, secondo storici e critici, nel 1489,
morto sempre a Correggio il 5 marzo 1543,


(Testo giallo dialetto Parmigiano)

“Corèzz” avèrt al pùbblch

L’è städa in-t-al cortìl dal Guazzatoio la prezentasjón ädla grànda mòsstra dedicäda al Corèzz
Gh’ éra prezént a l’inaugurasjón al Minìsstor p’r i Bén Culturäj Sandro Bondi. Al Sìnndich äd Pärma Pédor Vignäli, al Presidént ädla Provìncia Viséns Bernasól, al Presidént ädla Fondasjón Caripärma Càrlo Gabbi. Al Minìsstor Bondi al s’é complimentè con il parsonalitè Pramzàni e l’ ha fat j elòg’ al manifestasjón culturäli che la nòstra citè l’è drè mèttor in càmp, confermànd l’impìggn dal Govèron a favór d’inisjatìvi dal gènnor. Al Minìsstor l’ ha dìtt che anca al Presidént dal Consìlli Silvio Berlusón al dovrìss gnìr a Pärma par vizitär la mòsstra dal Corèzz. Al Sìnndich Vignäli l’ ha definì al Corèzz cme vón di géni dal Rinasimént.
Òspit ecesjonäl l’é stè Vitòri Sgärbi, ch’l’ha dichjarè ai giornalìssta che in-t-la mòsstra a gh’è espòst un fäls, mo sénsa dìr cuäl al pòsa ésor, probabilmént ‘n’òpra espòsta in-t-la Galarìa Nasjonäl?
Dòpa la prezentasjón, ilj autoritè j han fàt al gir di cuàtor pòst indó gh’è espòst i caplavór äd l’Artìssta ch’ al rispónda al nòm d’ Antònni Alégri e cme stranòm dìtt al al Corèzz, nasù a Corèzz Emìlja, da Pelegrén e Barnardén’na Piazzoli di Ormàn, in-t-la secónda metè dal cuatorsént probabilmént, secónd i stòrich e cìtich in-t-al 1489,
e mòrt sémpor a Corèzz al 5 märs dal 1543,

(Tgnèmmos vìsst)
(Pramzàn dal sas)

Le Opere di Antonio Allegri. Il Correggio
(Testo solo in Italiano)

Madonna col Bambino, Elisabetta e Giovanni Battista, 1510 1512, Filadelfia. Piladelphia Museum.
Matrimonio mistico di santa Caterina, 1510-1514. Detroit Institute of Arts.
Matrimonio mistico di santa Caterina, 1510-1515. Washington, National Gallery of Art.
Madonna con Bambino e san Giovannino, 1512-1514. Milano Castello Sforzesco.
Madonna col Bambino, 1512-1514. Vienna, Kunsthistorisches Museum.
Cristo si congeda dalla Madre, 1514. Londra National Gallery.
Madonna con san Francesco, 1514. Dresda, Gemäldegalerie.
Refettorio grande del monastero di San Benedetto in Polirone San Benedetto Po, Mantova
I santi pietro, Marta, Maria Maddalena e Leonardo, 1514-1516. New York, Metropolitan Museum.
Sacra Famiglia con san Giovannino, 1515 Los Angeles County Museum of Art.
Salvator Mundi, 1515. Waschintong, National Gallery of Art.
Ritratto di giovane donna, 1515. Miami, Lowe Art Museum.
Madonna con Bambino (La Zingarella), 1515-1516. Napoli, Museo Capodimonte.
Madonna col Bambino e Giovanni Battista, 1516. Madrid, Museo del Prado.
Adorazione dei Magi, 1516-1518. Milano Pinacoteca Brera.
Riposo durante la fuga in Egitto con San Francesco, 1517. Firenze G alleria degli Uffizi.
Nozze mistiche di santa Caterina, 1517-1518. Napoli, Museo di Capodimonte.
Ritratto di una Gentildonna, 1517-1519. San Pietroburgo, Museo dell’Ermitage.
La Vergine che adora il Bambino, 1518-1520. Firenze Galleria degli Uffizi.
Sacra Famiglia con san Gerolamo, 1519. Windstor, Royal Collection.
La Camera di San Paolo, 1519-1520. affreschi a Parma.
Matrimonio mistico di santa Caterina, 1520. Parigi Musée du Louvre.
Lucrezia 1520-1530. Vienna, Kunsthistorisches Museum.
Visione di San Giovanni Patmos, 1520-1521. Parma San Giovanni Battista.
Testa di un angelo, 1522. Londra, National Gallery.
Teste di due angeli, 1522. Londra, National Gallery.
Madonna della scala 1523. Parma Galleria Nazionale.
Madonna del cestino, 1524. Londra, National Gallery.
Martiri dei Santi Placido, Flavia, Eutichio e Vittorino, 1524-1525. Parma Galleria Nazionale.
Noli me tangere, 1525. Madrid Museo del Prado.
Deposizione dalla croce, 1525. Parma Galleria Nazionale.
Ritratto di scolaro, 1525. Madrid, Museo Thyssen-Bornemisza.
Madonna della scodella, 1525-1530. Parma Galleria Nazionale.
Pilato mostra Gesù al popolo (Ecce Homo), 1525-1530. National Gallery Londra.
Assunzione della Vergine, 1526-1530. Parma Duomo.
Madonna di San Gerolamo, 1527-1528. Parma Galleria Nazionale.
Educazione di Cupido, 1528. Londra National Gallery.
Venere e amore spiati da un satiro, 1528. Parigi, Musée du Louvre.
Natività, 1528-1530. Dresda, Gemäldegalerie.
San Giuseppe e un devoto, 1529. Napoli, Museo di Capodimonte.
Testa di Cristo coronato di spine, 1530. Los Angeles, J. Paul Getty.
Madonna col Bambino e Santi, 1530-1532. Dresda, Gemäldegalerie
Santa Caterina leggente, 1530-1532. Windsor, Royal Collection.
Danae, 1531. Roma, Galleria Borghese.
Ratto di Ganimede, 1531-1532. Vienna, Kunsthistorisches Museum.
Io e Giove, 1531-1532, Vienna, Kunsthistorisches Museum.
Leda e il Cigno, 1531-1532. Berlino, Staatliche Museum.
Allegoria della Virtù, 1532-1534. Parigi, Musée du Louvre.


Nessun commento: