Estratto di un minuto del doppiaggio in dialetto parmigiano, realizzato nell'estate del 1996, tratto dal film "Ombre rosse" (1939) di John Ford. La voce di Ringo (John Wayne) è di Enrico Maletti


Con la qualità non si scherza. Parola di Enrico Maletti

PARMAINDIALETTO Tv


Tgnèmmos vìsst
Al salùt pramzàn äd parmaindialetto.blogspot.com

“Parmaindialetto” è nato il 31 luglio del 2004. Quest’anno compie 13 anni

“Parmaindialetto” l’é nasù al 31 lùjj dal 2004. St’an’ al compìssa 13 an’

Per comunicare con "Parmaindialetto" e-mail parmaindialetto@gmail.com

L’ UNICA SEDE DI “Parmaindialetto” SI TROVA A PARMA “PÄRMA”.







mercoledì 20 novembre 2013

Giovedì 21 novembre 2013 - ore 16.30 c/o Accademia Nazionale di Scienze Lettere e Arti C.so Vittorio Emanuele II, 59 - Modena, presentazione del libro "GIUDICARE O CAPIRE". Il giudice Giovanni Lodi e il suo mondo, a cura di Antonella Bergamini. Il capitolo dedicato a Parma è stato curato da Enrico Maletti e Cristina Cabassa.

 
 
Intervengono:
Antonella Bergamini (curatrice)
Prof. Elio Tavilla
Avv. Riccardo Pelliciardi
Modera Eugenio Tangerini
 
INGRESSO LIBERO
 
L'opera, a cura di Antonella Bergamini Lodi, raccoglie gli scritti letterari e saggistici del magistrato Giovanni Lodi, scomparso nel 2007, e ripercorre le tappe essenziali della sua vita di pretore e pubblico magistrato dagli anni '60 agli anni '80 attraverso un profilo introduttivo e una ricca appendice di contributi scritti da figure autorevoli del mondo giuridico modenese e bolognese.

Giovanni Lodi (Bologna, 1 dicembre 1931- Modena, 9 ottobre 2007)
è stato un magistrato italiano. 
Entrato in magistratura molto giovane, nel 1958, ha ricoperto nel corso della sua carriera il ruolo di pretore e pubblico ministero. 
Negli anni Settanta si è impegnato, come giudice e cittadino, a sostegno della liberazione del giudice greco Sartzetakis, e fu presente come osservatore in alcuni processi a dissidenti nella Grecia dei Colonnelli. Conobbe, in quegli anni travagliati, Stathis Panagulis e, dopo la sua liberazione, anche il fratello Alessandro. Fu attivo, nello stesso periodo, a sostegno dei rifugiati politici del Cile di Pinochet, dopo la morte di Allende. 
Nel 1980 fu nominato magistrato in Cassazione. Nello stesso anno, per ragioni complesse che questo volume cerca in parte di ricostruire, scelse di lasciare la magistratura. 
Si dedicò, negli anni che seguirono, agli studi letterari che aveva coltivato fin da ragazzo. Ne sortirono sia opere d’invenzione (Stendhal e Richelieu – Amicizie immaginarie; Il capitano, il fiume, gli uomini – Storie del Finale di Modena) sia numerosi contributi critici, qui riproposti, su personalità che gli furono care: Stendhal, Vieusseux, Verri, Galileo, saggi che furono pubblicati negli Atti dell’Accademia Nazionale di Scienze, Lettere e Arti di Modena, di cui era stato nominato socio corrispondente. 
Uomo di cultura e di spirito, si interrogò per tutta la vita - da magistrato e da uomo - sui temi della giustizia, della verità e del rispetto per la dignità umana.
 
Formato: 23x16,5 
Pagine: 612
Copertina cartonata
ISBN: 9788864622149 
Prezzo: € 30
per ulteriori informazioni sul volume clicca QUI
 
EDIZIONI ARTESTAMPA
Viale Ciro Menotti, 170
41121 Modena - Italy
Tel. + 39 059 243449
 
 

Nessun commento: