Estratto di un minuto del doppiaggio in dialetto parmigiano, realizzato nell'estate del 1996, tratto dal film "Ombre rosse" (1939) di John Ford. La voce di Ringo (John Wayne) è di Enrico Maletti


Con la qualità non si scherza. Parola di Enrico Maletti

PARMAINDIALETTO Tv


Tgnèmmos vìsst
Al salùt pramzàn äd parmaindialetto.blogspot.com

“Parmaindialetto” è nato il 31 luglio del 2004. Quest’anno compie 13 anni

“Parmaindialetto” l’é nasù al 31 lùjj dal 2004. St’an’ al compìssa 13 an’

Per comunicare con "Parmaindialetto" e-mail parmaindialetto@gmail.com

L’ UNICA SEDE DI “Parmaindialetto” SI TROVA A PARMA “PÄRMA”.







martedì 29 dicembre 2009

Dal Settore Crociato Parma riceviamo e pubblichiamo. Plastico stadio Tardini e Maketing Solidale



(Testo solo in Italiano)
COMUNICATO STAMPA
Il plastico del ‘Tardini’ e il marketing solidale

Il plastico dello stadio ‘Ennio Tardini’, ormai completato (manca solo la Tribuna Est) e accolto dal Parma Calcio (per ora presso il negozio Emporium), quale ideale prima pietra del futuro Museo del ‘club’ costruito dai ricordi e dalle emozioni della sua gente, regala solidarietà alla comunità di Parma.

I suoi costruttori, il tifoso Roberto Liberatore con gli amici Luca e Marco Mariotti, i quali abitano a Roma, oltre alla volontà di donare gratuitamente alla collettività parmigiana l’opera, frutto della loro passione, del loro sacrificio e della loro creatività, realizzata completamente a proprie spese, utilizzando esclusivamente materiale di recupero, volevano abbinarvi un’iniziativa di beneficenza comunitaria.
Con la collaborazione di Settore Crociato, il gruppo che ha a cuore il progetto museale, avendone lanciato l’idea, hanno inventato una sorta di marketing solidale, proponendo, come si fa per gli stadi veri, ad alcune realtà vicine al Parma Calcio l’acquisto degli spazi pubblicitari attorno al campo da gioco del plastico.

Hanno aderito con entusiasmo Banca Monte Parma, Cavalieri Food Processing ed Erreà, il cui marchio rimarrà indelebile nel ‘Tardini’ in miniatura in eterno, nell’ambito del futuro Museo, e, soprattutto, il cui generoso contributo economico è stato indirizzato a favore della Cooperativa ‘Giovanni Paolo II’, presieduta da monsignor Sergio Sacchi, la quale si occupa dell’inserimento nel mondo del lavoro di ragazzi diversamente abili.
Parma, 29 Dicembre 2009

Nessun commento: