Estratto di un minuto del doppiaggio in dialetto parmigiano, realizzato nell'estate del 1996, tratto dal film "Ombre rosse" (1939) di John Ford. La voce di Ringo (John Wayne) è di Enrico Maletti


Con la qualità non si scherza. Parola di Enrico Maletti

PARMAINDIALETTO Tv


Tgnèmmos vìsst
Al salùt pramzàn äd parmaindialetto.blogspot.com

“Parmaindialetto” è nato il 31 luglio del 2004. Quest’anno compie 13 anni

“Parmaindialetto” l’é nasù al 31 lùjj dal 2004. St’an’ al compìssa 13 an’

Per comunicare con "Parmaindialetto" e-mail parmaindialetto@gmail.com

L’ UNICA SEDE DI “Parmaindialetto” SI TROVA A PARMA “PÄRMA”.







venerdì 2 aprile 2010

Dall' A.I.D.A.A. riceviamo e pubbichamo. Il decalogo del buon padrone del cane in condominio

(Testo blu in Italiano)
COME SI COMPORTA IL BUON PADRONE DI CANE IN CONDOMINIO

1 – Portare sempre il cane al guinzaglio corto (mt. 1,50) e con la museruola al seguito quando si attraversano o si sosta negli spazi comuni e nel giardino condominiale.

2- Il cane deve essere tenuto al guinzaglio corto e con museruola al seguito quando si usa l'ascensore condominiale, ricordarsi di portare sempre con se un deodorante per togliere gli odori di fido e del materiale per l'eventuale pulizia degli ascensori qualora fido perda pelo.

3- Mai lasciare libero il cane per le scale condominiali o negli spazi condominiali chiusi e nei giardini condominiali (tranne diverse disposizioni del regolamento)
4- Raccogliere sempre e con gli appositi sacchettini le deiezioni dei propri cani e pulire con appositi prodotti non nocivi ne per cani ne per i bambini qualora il cane faccia pipì in spazi condominiali o nel giardino comune.
5- Se si possiede un giardino di proprietà utilizzato dal cane questo deve essere sempre tenuto pulito dalle deiezioni in modo da evitare sgradevoli odori ai vicini, il giardino, il box o lo spazio privato dove vive il cane deve essere pulito almeno una volta al giorno.
6- Mai lasciare in giro negli spazi comuni ciotole contenenti cibo o acqua per il proprio cane, se lo stesso mangia in spazi comuni o nel giardino privato o comunque all'aperto occorre lasciare la zona utilizzata cosi come era precedentemente raccogliendo i rifiuti e spostando le ciotole
7- Se il cane abbaia in casa negli orari del riposo provvedere ad insonorizzare la zona dove vive il cane e predisporre gli spazi a lui riservati nella zona più lontana possibile rispetto alle case ed alle fineste dei vicini.

8 - Mai lasciare il cane libero in ascensore , potrebbe disturbare o importunare gli altri condomini.

9- Portare il cane a passeggio almeno due volte al giorno, lasciandolo correre per almeno mezz'ora in una apposita area cani, questo lo aiuterà a stancarsi e distrarsi.
10- Evitare di lasciare solo in appartamento il proprio cane per più di sei-sette ore al giorno, il cane si sentirebbe trascurato e ovviamente si lamenterebbe

11- Mai lasciare il cane solo chiuso fuori casa sul balcone anche se per poche ore, occorre sempre lasciare aperta una porta in modo che l'animale possa andare e venire dall'appartamento.


(Testo giallo dialetto Parmigiano)
Al decàlogh dal bon padron dal can in condomìnni
CME ‘S COMPORTA AL BON PADRON DI CAN IN CONDOMÌNNI

1 – Portär sémpor al can al zguinsàj curt (mt. 1,50) e con la muzaróla al séguit cuand a ‘s pàsa in-t-i spasi cmón e in-t-al zardén condominjäl.

2- Al can al gh’à da ésor tgnù al zguinsàj curt e con la muzaróla al séguit cuand a ‘s drova l'asensor condominjäl, ricordäros äd portär sémp’r adrè un deodorànt par tirär via j odór dal can e dal materiäl par l'eventuäla pulisia di asensór se al can pärda al pél.

3- Mäi lasär da lu al can p’r il scäli condominjäli o in-t-i spasi condominjäl sarè e in-t-i zardén condominjäl (a méno che divärsi dispozisjón dal regolamént)

4- Catär su sémpor e con i so sachètt al sporch di pròpri can e pulìr con i so prodòtt mìga nocìv ne p’r i can e p’r i putén cuand al can al fàga pipì in-t-i spasi condominjäl o in-t-al zardén dal condomìnni.

5- Se a s’é proprietäri d’ un zardén utilizè dal can, al gh’à da ésor sémpor tgnù pulì dal spòrch dal can in manéra da evitär di brùtt odór ai zvinànt, al zardén, i box o al spasi privè indò viva al can al gh’à da ésor pulì alméno ‘na volta al gióron.

6- Mäi lasär in gir in-t-i spàsi cmón scudlén o cosòt con déntor al magnär o l’acua dal pròpri can, se al stés al magna in spàsi cmón o in-t-al zardén privè o a l'avärt bizòggna lasär la zòna utilizäda acsì cme l’éra prìmma e catär su i rifiùt e spostär i scudlén o i cosòt

7- Se al can al bàja in cà in-t-i oräri dal ripòz bizzògna catär la manéra d’ insonorizär la zòna indò vìva al can e fär di spàsi a lu riservè in-t-la zòna pù lontan posìbbil rispét al cà e al fnéstri di zvinànt.

8 - Mäi lasär al can da lù in asensór, al podrìss disturbär o importunär ch’ j ätor abitànt dal condomìnni.

9- Portär al can a pasègg’ alméno do volti al gióron, e lasärol corror per alméno mez'óra in-t-n’ area p’r i can, còsste chì al l’aiutarà a stancäros e disträros.

10- Evitär äd lasär sol in-t-n’ apartamént al pròpri can par pù äd séz-sètt óri al gióron, al can al sentirìss trascurè e oviamént al s’ lamentarìs

11- Mäi lasär al can sol sarè sù fóra äd cà sul pogiól anca se par socuànt óri, bizòggna sémpor lasär avärt ‘na porta in manéra che l'animäl al pòsa andär e gnìr da l'apartamént.
(Pramzàn dal sas)
(Tgnèmmos vìsst)
(Nelle foto: 1) Briciola di Parmaindialetto, 2/3/4/5/6/ vari cani).


Nessun commento: